SINTESI - Provincia di Mantova
Contatti
Provincia di Mantova Home
  Mobilità
 
SISTEMA LAVORO
Centri per l'impiego
Collocamento obbligatorio
Osservatorio Mercato Lavoro
Pari opportunità e Conciliazione
ORIENTAMENTO
Piano dell'Orientamento
Orientamento
Corsi di formazione
CITTADINI
Servizi
Richiesta certificati online
Offerte di lavoro
Offerte di lavoro all'estero - Eures
Assunzioni nella P.A. Art.16
Progetti
Modulistica
Informazioni
DATORI DI LAVORO
Comunicazioni obbligatorie
Servizi
Modulistica
Tirocini
Apprendistato
Mobilità
DISABILITA'
Servizi
Piano disabili
Graduatorie
Modulistica
Informazioni
POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO
Tavolo Lavoro e Sviluppo
Ammortizzatori sociali
LINK
Informagiovani
Doti Regione Lombardia
Ministero del Lavoro
Camera di Commercio Mantova

 

Mobilità: variazione durata mobilità ordinaria

La L.92/12 (Legge Fornero) ha ridefinito il periodo massimo di diritto all'indennità di mobilità ordinaria, pertanto per i lavoratori collocati in mobilità, in possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente, a decorrere  dal 1° gennaio 2015 e fino al 31 dicembre 2016, il periodo massimo di diritto della relativa indennità di mobilità segue la seguente disciplina:

INDENNITA’ DI MOBILITA’

ETA’

Anno 2015

Anno 2016

Centro Nord

Fino a 39 anni

12

12

Da 40 a 49 anni

18

12

Da 50 anni

24

18


Per la determinazione dei regimi di durata previsti negli anni 2015 – 2016, continua ad essere applicato il criterio della data di licenziamento del lavoratore  e la sua collocazione in mobilità.Ciò significa che per  i lavoratori licenziati entro il 30 dicembre 2014 restano in vigore gli attuali criteri, mentre per i lavoratori licenziati dal  31 dicembre 2014 entrano in vigore le nuove regole. Fa testo la data di licenziamento NON la data di presentazione al Centro Impiego.

Mobilità: divieto di accordi integrativi

Si comunica che, a partire al 01.02.2011,  non sarà più possibile attivare accordi integrativi da parte dei datori di lavoro per prorogare il termine di intimazione dei licenziamenti. 

Ricordato che, di norma, i licenziamenti devono essere intimati entro 120 giorni dalla data di sottoscrizione dell’accordo o entro il diverso termine previsto nello stesso, se l’intimazione dei licenziamenti avviene oltre i termini previsti nell’accordo sindacale, il datore di lavoro ai fini dell’inserimento dei lavoratori nella lista di cui alla L.223/91 deve avviare una nuova procedura di mobilità (laddove sussistano le condizioni).

In nessun caso è ammessa la presentazione di accordi integrativi o altra documentazione.

Ne consegue che, rispetto alla modulistica, è stato stralciato dalla “scheda azienda” il punto che riguarda la data di eventuali accordi integrativi e nelle istruzioni per la compilazione della citata scheda è stato eliminato il riferimento ai menzionati accordi integrativi.

 

Note del Ministero del Lavoro e della Regione Lombardia:

 

  • Nota della regione lombardia alle Province 23.12.2010
  • Parere del Ministero del Lavoro 10.02.2010
  • Quesito di Regione Lombardia al Ministero del Lavoro 06.04.2010
  • Risposta del Ministero del Lavoro a Regione Lombardia del 04.05.2010




  • Informazioni e modulistica per la mobilità

    A decorrere dall'01 aprile 2009, i datori di lavoro dovranno trasmettere le comunicazioni riferite ai lavoratori licenziati e per i quali è stata esperita procedura di mobilità (legge 223/91, art.4, co. 9), agli Uffici provinciali del territorio in cui è situata l'unità produttiva coinvolta. Clicca qui per maggiori informazioni.

    Allegati :


    W3C Member  Sito Ufficiale del W3C   Validato CSS